logo

Turismo - Palermo Welcome

Palermo
+25°C
header
rss facebook twitter
Condividi
Schubert - Mozart
new

A Palazzo Riso, in corso Vittorio Emanuele 365, giovedì 4 agosto luglio alle ore 21, concerto dell'Orchestra Sinfonica Siciliana, diretto da Salvatore Magazzù, al violino Massimo Barrale, che presenta un programma di musiche di Schubert e Mozart. Il concerto fa parte della rassegna del '700 classico della Foss. Le Sei danze tedesche D 820 furono composte da Franz Schubert nel 1824, ma pubblicate postume. Molto probabilmente Schubert compose questi brevissimi lavori pianistici durante il suo soggiorno a Zseliz, in Ungheria, dove si trovava al servizio della famiglia Esterhàzy; qui il compositore ritrovò la salute fisica, ma non la serenità interiore che aveva caratterizzato il suo primo soggiorno in quei luoghi, come si apprende da una lettera indirizzata al fratello Ferdinand nel mese di luglio dello stesso anno. Le danze furono poi orchestrate da Webern nel 1931. II Rondò in la maggiore per violino e archi D. 438 è, insieme al Konzertstück in re maggiore per violino e archi D. 345, l'unico brano del genere concertante per violino e orchestra d'archi composto da Franz Schubert. Ambedue i pezzi furono scritti nel 1816 dal musicista appena diciottenne probabilmente attratto dalle possibilità espressive e virtuosistiche del violino, in quanto tutte e due le composizioni puntano su ciò che può offrire lo strumento ad arco nel modo più estroverso possibile e ubbidendo allo schema più semplice basato su un Adagio e un Allegro, in chiara contrapposizione tra di loro nel gioco delle invenzioni musicali. Il Rondò infatti, come il Konzertstück, si articola in due sezioni: un Adagio introduttivo e un Allegro, che è poi un Rondò vero e proprio. Le 5 Contraddanze "Non più andrai" K. 609 furono composte da Wolfgang Amadeus Mozartnel 1791, anno della sua morte. Scritte per i balli che si tenevano durante il periodo del carnevale nella corte viennese dove Mozart svolgeva le funzioni di Kammermusicus, queste Cinque Contraddanze per archi, flauto e tamburo, recano il sottotitolo Non più andrai, in quanto la prima di esse è una citazione del tema della celebre aria, Non più andrai, farfallone amoroso, che chiude il primo atto delle Nozze di Figaro, opera con la quale il Salisburghese aveva ottenuto uno strepitoso successo alla prima rappresentazione avvenuta al Burgtheater di Vienna il 1° maggio 1786. Le altre quattro sono di carattere contrastante e, se la seconda, con il suo tema ammiccante, si segnala per un'atmosfera galante, la terza è caratterizzata da toni marziali accentuati dalla presenza sistematica del tamburo, mentre la quarta, nell'insolito ritmo ternario, assume le movenze di un elegante minuetto. Non meno elegante, infine, è l'ultima più sviluppata contraddanza. La Sinfonia n. 31 in re maggiore K. 297 "di Parigi" fu composta da Mozart in pochissimi giorni nel 1778, tanto da poter essere eseguita già il 12 giugno in forma privata nella residenza del conte Karl Heinrich Joseph von Sickingen e alla presenza anche di Raaff. Entrambi rimasero entusiasti della Sinfonia. Come tutte le sinfonie composte secondo i principi della scuola di Mannheim, anche questa presenta tre movimenti con l'assenza del tradizionale Minuetto. Biglietti al Botteghino del Politeama e un'ora e mezzo prima del concerto a Palazzo Riso: euro 10.00 (comprensivi di visita al museo e aperitivo). Info: 091 6072532/533 - biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it

Accade a Palermo
Dal Al
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa della città
itinerario
Itinerari Tematici
itinerari
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Centro Informazione Turistica
Centro Informazione Turistica
Fotogallery
fotogallery
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Webmaster Credits Privacy Accessibilità Note Legali