logo

Turismo - Palermo Welcome

Palermo
+25°C
header
rss facebook twitter google+
Condividi
Francesco Cafiso Duo
new

Prosegue con l'esibizione del duo Cafiso-Schiavone, venerdì 29 luglio alle ore 21 presso il suggestivo Atrio di Palazzo Riso, la Rassegna jazz organizzata dalla Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. Il duo, composto da Francesco Cafiso e Mauro Schiavone, presenta una rassegna di brani tratti dall'ultimo lavoro discografico di Cafiso, nelle nuove vesti di compositore, arrangiatore e concertatore, dal titolo "3" ovvero tre album diversi pubblicati in contemporanea: "Contemplation", "La banda" e "20 cents per note": un dialogo di altissimo livello in cui traspare in tutta evidenza il feeling profondo che lega i due prestigiosi artisti, portavoci del jazz italiano nel mondo. Biglietti al Botteghino del Politeama e un'ora e mezzo prima del concerto a Palazzo Riso: e.10.00 (comprensivi di visita al museo e aperitivo). Tel. 091 6072532/533 - biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it Note biografiche Francesco Cafiso, sax e compositore, nato a Vittoria nel 1989 È uno dei talenti più precoci nella storia del jazz. Già a nove anni muove i primi passi facendo esperienze con musicisti di fama internazionale quali Bob Mintzer, Maria Schneider, George Gruntz, Gianni Basso e molti altri. Decisivo per la sua carriera è l'incontro, nel luglio del 2002, durante il Pescara Jazz Festival, con Wynton Marsalis che, stupito dalle sue qualità musicali, lo porta con sé nell'European tour del 2003. Da allora, Francesco ha suonato nei Jazz Festival, nei teatri e nei Jazz Club più importanti del mondo. Ha vinto diversi premi prestigiosi, tra i quali il Premio Nazionale Massimo Urbani a Urbisaglia, il premio EuroJazz a Lecco, l'International Jazz Festivals Organization Award a New York, la World Saxophone Competition a Londra, il Django d'Or a Roma, e ricevuto molti altri importanti riconoscimenti. Per fare nuove esperienze musicali, è stato a New Orleans, dove ha suonato con Ellis Marsalis e molti altri importanti musicisti del luogo. Nel 2004 ha partecipato come ospite al Festival di Sanremo. Nel 2005 lo Swing Journal, l'autorevole rivista giapponese di musica jazz, gli ha conferito il New Star Award, premio riservato ai talenti stranieri emergenti e, subito dopo, si è affermato nel Top Jazz, referendum della rivista italiana Musica Jazz, che lo ha riconosciuto miglior nuovo talento dell'anno. Ha suonato con grandissimi musicisti quali: Hank Jones, Cedar Walton, Dave Brubeck, Mulgrew Miller, Ronnie Matthews, Jimmy Cobb, Ben Riley, Ray Drummond, Reggie Johnson, Doug Sides, Lewis Nash, James Williams, Joe Lovano, Christian McBride, George Mraz, Joe Locke, Adam Nussbaum, Enrico Rava, Stefano Bollani e moltissimi altri. Nel 2006 consegue il Diploma di laurea di I livello in Flauto Traverso presso l'Istituto Superiore di Studi Musicali V. Bellini di Catania. Dal 2008 è direttore artistico del Vittoria Jazz Festival a Vittoria, sua città natale. Il 19 gennaio del 2009 ha suonato a Washington DC durante i festeggiamenti in onore del Presidente Barack Obama e del Martin Luther King Jr. day. Il 17 luglio del 2009, Umbria Jazz lo ha nominato "ambasciatore della musica jazz italiana nel mondo. Nel 2010 consegue la laurea specialistica di II livello in Jazz presso il Conservatorio Corelli di Messina e subito dopo si esibisce in Cina durante il festival "The best of Italian Jazz" in occasione dell'Expo a Shangai. Nel 2012 ha arrangiato "Don't Stop", la musica di sottofondo dello spot pubblicitario ENI Station. Nel luglio del 2012, in occasione dei Giochi Olimpici, è stato invitato a esibirsi a Londra, presso la sede di Casa Italia, alla presenza dell'Ambasciatore italiano a Londra e dei vertici del CONI. Nel settembre 2012, durante una lunga permanenza negli stati Uniti, ha tenuto una serie di masterclasses di sassofono alla UPenn, la prestigiosa università di Filadelfia. Nei primi del mese di giugno 2013, per volontà del Ministero degli Esteri ed espressa scelta del Console Generale di Philadelphia, in collaborazione con il Segretario di Stato Americano John Kerry, Francesco è stato scelto per rappresentare l'Italia per suonare nell'ambito dei festeggiamenti per l'Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti. Il 20 febbraio 2014, a New York, ha ricevuto dall'American Society of the Italian Legions of Merit il «Grand Award of Merit», per il contributo che Francesco ha dato, in rappresentanza dei musicisti siciliani, allo sviluppo e alla diffusione del Jazz nel mondo. Nel Marzo 2015 viene pubblicata l'ambiziosa opera discografica denominata "3" (Alfredo Lo Faro Produzioni), costituita da tre album profondamente diversi tra loro: "La Banda", "Contemplation" e "20 Cents Per Note". Pubblicati in contemporanea, i tre dischi vedono Cafiso nelle vesti di compositore, arrangiatore ed esecutore. Mauro Schiavone pianista e compositore, nato a Palermo nel 1975. Dall'età di dieci anni inizia i suoi studi di pianoforte al Conservatorio di Palermo e a dodici accede al corso di composizione di Eliodoro Sollima presso lo stesso istituto; Nell'88 accede, per esame obbligatorio, alla categoria "autori" della S.I.A.Eed è ospite presso la trasmissione radiofonica "Incontri" della R.A.I., eseguendo musiche di W.A.Mozart. Negli stessi anni, parallelamente alla musica classica, la forte passione per il jazz e il mondo della black music lo portano a suonare e a sviluppare da autodidatta questi linguaggii, intraprendendo gradualmente un'intensa attività concertistica da solista, in combo e in orchestre varie (vedi attività artistica). Si diploma in pianoforte nel '95, con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio di Palermo sotto la guida di M. La Tora. In seguito dopo, avere abbandonato al VII anno il corso di composizione a Palermo, decide di diplomarsi nel 2011 al Conservatorio di Trapani , sotto la guida del compositore milanese Sergio Lanza. Ha ottenuto diversi premi in concorsi pianistici classificandosi tra i primi posti, tra i quali il premio speciale "Prokofiev award" all'International Piano Competition Ibla Grand Prize 1992 e i primi premi all' "A.M.A. Calabria" edizione '92 e al "Città di Modica" edizione '91. Si perfeziona seguendo delle masterclass sulla musica per pianoforte di W.A.Mozart e Claude Debussy, dirette da Eliodoro Sollima e Aldo Ciccolini. Ha collaborato con: Dave Liebman, Dusko Goycovich, Eliot Zigmund, Howard Levy, Brad Wheeler, Bill Moring, Jack Walrath, Joy Garrison, Pietro Tonolo, Gianni Basso e moltissimi altri grandi musicisti. Inoltre insieme all'Orchestra Jazz Siciliana ha avuto modo di collaborare con: Michael Torke, Michael Mantler, Toots Thelemans, Diane Shuure, Arturo Sandoval, Bill Russo, Miky Howard, Bob Mintzer e Jack Walrath. Attualmente si dedica costantemente alla composizione e all'arrangiamento per organici strumentali di vario genere ed è docente di pianoforte jazz presso il Conservatorio di Palermo. Recentemente ha pubblicato il suo ultimo lavoro discografico intitolato "Ufo", distribuito dall'etichetta "Improvvisatore Involontario", e suona stabilmente in duo e in quintetto con Francesco Cafiso. Francesco Cafiso DUO (Presentazione) Man mano che il concerto va avanti, dalla prima all'ultima nota suonata da Francesco Cafiso e Mauro Schiavone, traspare un feeling profondo. La creatività, i sentimenti e la follia artistica scaturiscono inevitabilmente da due anime che parlano la stessa lingua. Il repertorio del Duo è composto da brani tratti dal nuovo lavoro discografico di Cafiso dal titolo "3", il primo costituito interamente da sue composizioni originali. Il progetto, composto da tre album diversi pubblicati in contemporanea - "Contemplation", "La banda" e "20 cents per note" - vede Cafiso nelle nuove vesti di compositore, arrangiatore e concertatore, oltre che di musicista già riconosciuto tra i più grandi al mondo. Cafiso, con la sua voce calda e lirica, disarticola la melodia dei brani, costruendo assoli straordinari per originalità e creatività. Schiavone assicura al collega un vero e proprio tappeto sonoro, creando sulla tastiera del suo pianoforte linee melodiche moderne e di gran classe, supportate da una complessa struttura armonica e ritmica, senza però rinunciare a pregevoli assoli. Ne scaturisce un dialogo di altissimo livello tra due grandi artisti a conferma della vitalità e del prestigio di cui gode oggi il jazz italiano nel mondo.

Accade a Palermo
Dal Al
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa della città
itinerario
Itinerari Tematici
itinerari
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Centro Informazione Turistica
Centro Informazione Turistica
Fotogallery
fotogallery
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Webmaster Credits Privacy Accessibilità Note Legali