logo

Turismo - Palermo Welcome

Palermo
+25°C
header
rss facebook twitter
Condividi
Personale di Marco Petrigno
new

MARCO PETRIGNO "DISCROMATOPSIA" E "PLACCAGGI" Marco Petrigno nasce a Palermo il 20 marzo del 1987. È un chitarrista e cantante blues. Nonostante i suoi studi artistici e il diploma conseguito presso il liceo Damiani Almeyda, solo nel 2015 approda al mondo dell'illustrazione. Il 26 dicembre dello stesso anno espone la sua prima personale " Discromatopsia" titolo preso in prestito dalla patologia congenita agli occhi, di cui lo stesso artista soffre, che comporta un'alterazione dei colori fondamentali quali il rosso, il verde e il blu. Sarà per questo che Petrigno prediligerà il bianco e il nero per i suoi lavori. Guardando le sue chine spicca uno stile originale, "una mano felice", che strizza l'occhio ai più grandi illustratori e fumettisti contemporanei, Sergio Toppi, Moebius, Andrea Pasienza. Le donne ritratte sono chiari riferimenti ed elogi ad alcuni maestri della fotografia come Helmut Newton, Nobuyoshi Araki, Nina leen. La visione, la trinità e il simbolismo ricorrono come una costante. Un tratto nervoso, impreciso, d'effetto. Il fortunato esordio spinge il giovane artista a rimettersi in gioco portandolo a ritrarre la sua città. "PLACCAGGI" in mostra solo tre mesi dopo la sua prima, arriva d'impeto alla galleria di Villa Niscemi dal 19 al 24 marzo 2016. Stavolta le chine diventano più complesse e i soggetti si intrecciano tra di loro in opere che hanno un significato ben preciso. Ancora una visione, un nesso eziologico artistico davvero interessante. "PLACAGGI" e la CTE (encefalopatia cronica traumatica), malattia degenerativa che colpisce il cervello a seguito di ripetuti colpi alla testa. Fu scoperta e studiata dal dottor Bennet Omalu. Egli a seguito di un'autopsia eseguita su Mike Webster (giocatore di football americano) si accorse che seppur il suo cervello sembrava non presentare danni, vi erano notevoli accumoli di " proteina tau ", proteina che colpisce l'umore, le emozioni, e le funzioni esecutive. Dunque Omalu scoprì che così come accade nella box (fattore principale della sindrome da demenza pugilistica) anche il football americano era causa di traumi cerebrali. E Palermo, come tanti altri posti nel mondo è una di quelle città che, vista da un turista non sembra così tanto "malata", non lascia percepire, tale é la sua bellezza, quanto essa si stia lentamente deteriorando, quanto vicina sia al baratro. Palermo è affetta da una malattia simile alla CTE, ma ancora la gente per quanto possa averlo intuito non fa nulla per curarla, per salvaguardarla. Così come la NFL (la maggiore lega professionistica nordamericana di football americano) voltava lo sguardo da un'altra parte e faceva finta di nulla, anche noi lo distogliamo, abbandoniamo, scappiamo e tacciamo.

allegato
Locandina
Accade a Palermo
Dal Al
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa della città
itinerario
Itinerari Tematici
itinerari
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Centro Informazione Turistica
Centro Informazione Turistica
Fotogallery
fotogallery
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Webmaster Credits Privacy Accessibilità Note Legali