I Fossottoni

Immagine - I Fossottoni
dal 22 Luglio 2021 al 22 Luglio 2021

Il 22 luglio, alle ore 21:00, presso il Giardino dei Giusti, avrà luogo il concerto de "I Fossottoni".

Salvatore Magazzù (prima tromba), Giovanni Guttilla (tromba), Rino Baglio (corno), Calogero Ottaviano (trombone) e Salvatore Bonanno (tuba). Programma effervescente dipanato in una carrellata di capolavori trascritti per ottoni di autori come Dukas, Pezel, Bernstein, Gabrieli, Maurer, Arban, Bizet, Albeniz, Short, Carmichael, Piovani, Morricone e Rathburg.  Gruppo cameristico dalla lunga esperienza, già apprezzato in Sicilia e in Italia per le tante proposte concertistiche di qualità.

Sarà un programma ricco ed effervescente. Si inizia con Fanfare, brano tratto dal poema danzato di Dukas, La Péri, di sontuosa veste orchestrale. Era proprio il suono di una fanfara ad aprire i concerti con lo scopo di richiamare l’attenzione del pubblico. A seguire la Sonata n. 22 di Pezel, brano rimasto nel repertorio per quintetto di ottoni, per proseguire con alcuni brani scelti dalla suite West Side Story di Bernstein, suite tratta dall’omonimo musical (1957). Si continua con la Canzone per sonar n. 24 di Gabrieli portandoci nell’atmosfera della Scuola Veneziana con la sua tecnica policorale. Di Maurer, compositore tedesco, verrà proposto Three pieces, dalla raccolta 12 Kleine Stücke (12 Piccoli pezzi), mentre di Arban, punto di riferimento ancora oggi per chi studia gli ottoni, la virtuosistica Fantaisie brillante, che valorizza il ruolo della tromba solista. A seguire, brani scelti dalla Carmen di Bizet, come il noto Toreador e la gitana Danse Bohème. Definito da Norman Lloyd “il più famoso tango della musica da concerto”, il Tango in re op. 165 n. 2 di Albéniz, tratto dalla suite España op. 165, scritto originariamente per pianoforte, verrà presentato in una trascrizione per quintetto di ottoni, seguito da Tango for Brass Quintet, composizione originale per quintetto di ottoni del compositore statunitense Short. Il finale è affidato a Stardust, canzone jazz composta nel 1927 da Carmichael, e alle versioni per quintetto di ottoni della celebre colonna sonora di Piovani del film di Benigni La vita è bella e di quella altrettanto famosa composta da Morricone per il film di Tornatore, Nuovo Cinema Paradiso. Il concerto si conclude con The Canadian Rag Brass, brano del 1989 del compositore canadese Rathburg.

Per prenotarsi occorre contattare telefonicamente (091 6072532/533) il botteghino del Teatro Politeama (aperto al pubblico dal lunedì alla domenica dalle ore 9 alle 13). È possibile anche in loco prima del concerto, secondo disponibilità.

Data pubblicazione: 05/07/2021