Sorah Rionda

Immagine - Sorah Rionda
dal 22 Ottobre 2020 al 22 Ottobre 2020

Il 22 ottobre alle ore 21:30, ai Cantieri Culturali alla Zisa, per la rassegna Musiche senza confini, avrà luogo il concerto di "Sorah Rionda".

Musicista, cantante, compositrice, arrangiatore, gaitera e ballerina, Sorah arriva in Italia nel 2013 dopo un’intensa attività a Cuba e in tutta Europa con importanti nomi della world music e della scena folk/jazz internazionale come Carlos Nuñez , Gay MacKeon, Paddy Keenan, Nualla MacKennedy, Niamh Ni Charra, Roy Johnstone, Xuaco Amieva.

Fra le sue apparizioni internazionali citiamo (2009) “Festival Interceltique de Lorient” e “Festival de la Danse Bretonne et de la Saint-Loupe” (Francia), nella line-up di Carlos Nuñez e la collaborazione con “Banda de Gaitas de La Habana” (Cuba) e il Gruppo corale “Vox Cordis” (Cuba).

Non smette mai di studiare e dopo le varie specializzazioni in chitarra classica con Jesús Díaz O’Reilly, in canto con Amalia Arriaza, teoria musicale con Elcilia Ponce, perfeziona il suo stile con i più grandi maestri di Cuba, studia Uillean pipes, banjo, liuto e arciliuto rinascimentale, flauto barocco, e gaita (cornamusa) asturiana e galleca ed è prossima a diplomarsi in chitarra al Conservatorio di Venezia. Si esibisce con un suo trio in Italia dove ha partecipato a numerosi festival e rassegne negli ultimi tre anni.

“Hebra de luz” (Sorah Rionda, 2015) é il suo primo album realizzato in Italia con la collaborazione di musicisti provenienti dall’ Italia e Argentina.

E’ erede di melodie tessute nella poesia dei pomeriggi cubani dalla voce e chitarra della sua bisnonna o imparate fra cornamuse e cori in un mare di cultura ed emozioni ancestrali provenienti dall’Africa, Spagna, Latino America e Giappone.

Questo percorso musicale si fonde nella sua Habana con l’allegria, i colori, la nostalgia e l’amore passionale e ci fa un racconto delle sue origini, storia e influenze fra canzoni antiche cubane e di propria composizione che alternano delicatamente ruoli con strumenti ed atmosfere sonore appartenenti al panorama celtico, tradizionale e moderno.

In questo lavoro Sorah Include anche una canzone di suo prozìo Graciano Gómez (famoso cantautore e strumentista della “trova tradicional cubana”) con la quale ha voluto amalgamare, come in un omaggio alla fusione presente nella musica cubana, all’ inconfondibile gaita asturiana. “Hebra de luz” é per lei “...un filo di parole e melodie che mi abbracciarono come fruscii, inevitabili contagi, come tornadi e labirinti di note che non potei trattenere nella barriera della mia anima...”

In questa occasione SORAH RIONDA presenterà il nuovo lavoro discografico “Renacer” che vuol simboleggiare la sua rinascita spirituale e musicale, registrato a Cuba e prodotto sotto la sua direzione artistico con l’apporto musicisti cubani.

Agli spettacoli si accede solo con prenotazione dei posti a sedere.

Data pubblicazione: 12/10/2020