Senza titolo

Immagine - Senza titolo
dal 17 Novembre 2021 al 08 Dicembre 2021

Il 17 novembre alle 17:00, presso la Sala Kounellis di Palazzo Belmonte Riso, sede del Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo, si inaugura "Senza titolo", installazione temporanea di Silvia Scaringella a cura di Andrea Guastella.

All’inaugurazione del lavoro, in linea con recenti interventi espositivi che hanno messo in dialogo la collezione del Museo con le nuove produzioni, saranno presenti il Direttore del Museo Luigi Biondo, la storica dell’arte del Museo, Rosaria Raffaele Addamo e il mecenate Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona.

L’istallazione – una serie di teli dipinti a inchiostro giapponese di misura modulabile disposti al suolo su binari sfalsati – “si accompagna per un attimo alla grande installazione di Kounellis di Palazzo Riso, tra la pesantezza degli armadi poveri, comuni e rudimentali, e la leggerezza nell’essere sospesi: un contrasto, uno scontro tra equilibrio e gravità da cortocircuito visivo, di cui l’installazione di Silvia crea l’ombra” (Roberto Bilotti Ruggi d’Aragona).

Non vi è, in Kounellis”, osserva il curatore Andrea Guastella, “possibilità alcuna di coesistenza degli opposti, la cui contrapposizione è anzi all’origine della ferita che egli intende suscitare: chi, passeggiando sotto gli armadi, non è stato percorso da un brivido al solo pensiero che i legacci che li reggono possano cedere, e i mobili cadere?

Il suo mondo di macerie compattate è, né più né meno, una gigantesca cattedrale, in attesa di un rito che non si celebrerà.

Gli armadi, è vero, provengono da un contesto familiare; ma l’opera non lascia affatto supporre un risarcimento, un recupero della primitiva funzione. La memoria, come Dio, è morta per sempre. A noi non resta che commemorarne, mestamente, la scomparsa.

Quanto diverso l’approccio di Silvia! In questa sua celebrazione della memoria ritrovata – che cosa accolgono, del resto, i suoi tappeti, se non il Volto Santo, la sacra impronta delle immagini eterne? – è proprio il nero del lutto a dare forma al bianco, a consentirgli di attraversare l’ombra convertendosi in messaggio”.

Silvia Scaringella, ha scritto Claudio Strinati, “vive in sé questa esperienza di condivisione tra arte e scienza che ha assimilato sin dai suoi esordi probabilmente guardando con appassionato acume certi suoi grandi predecessori come Cornelis Escher e, più direttamente a lei vicino, Renato Mambor, da cui ha dedotto un afflato creativo attraverso il quale rielabora, ripropone e radicalmente trasforma un tema ormai profondamente sedimentato nelle nostre coscienze, quello della donna artista che predilige in modo assoluto la plasmazione della materia secondo uno spirito di vera e propria capacità e volontà generatrice.

Uno spirito che non può non essere pensato come peculiarità assoluta femminile”.

Nella serata inaugurale, per la regia di Salvo Agria, Noemi Crocilla e Giulia Tartamella eseguiranno una performance di danza. Durante la mostra sarà inoltre possibile ammirare due abiti d’artista: uno ispirato a Kounellis di Anna Paparatti, in prestito dal Museo Bilotti di Rende, e un altro realizzato, sulla lunghezza d’onda della sua stessa installazione, da Silvia Scaringella. In data da destinarsi, saranno presentati il catalogo e un video del regista Salvo Agria dedicato al lavoro di Silvia Scaringella.

Nata a Roma nel 1986, Silvia Scaringella si diploma in scultura all’Accademia Belle Arti di Carrara e si forma in numerosi atelier tecnici e artistici, tra cui quello di Renato Mambor.

Nel 2014 si trasferisce e studia presso l’Iwate University, in Giappone, esperienza che ha influenzato il suo linguaggio e pensiero. Vive tra Roma e Carrara, dove ha il suo studio. Tra le sue opere recenti una scultura per gli Aeroporti di Roma Fiumicino e un’altra presso il Circolo Ministero Affari Esteri di Roma. Nel 2021 si appresta a realizzare, in Sicilia, un’opera monumentale per la Fondazione Fiumara d’Arte.

Inaugurazione: mercoledì 17 novembre 2021, ore 17:00
17 novembre – 8 dicembre 2021
Palazzo Belmonte Riso – Sala Kounellis
Via Vittorio Emanuele, 365 – Palermo | Tel. 091.587717

Orari di apertura:
martedì sabato ore 9:00-18:30, domenica 9:00-13:00, lunedì chiuso
Info ingresso e biglietteria: CoopCulture www.coopculture.it/heritage.cfm?id=311

Potrebbe interessarti anche:

Gaetano Cipolla lo spettacolo delle forme

Il 19 novembre 2021 al piano delle Capriate di Palazzo Sant'Elia, apre le porte l'antologica "Gaetano Cipolla lo spettacolo

VI Festival Internazionale della Fotografia del Mediterraneo

Giunto alla sesta edizione avrà luogo, per la prima volta a Palermo, dal 20 novembre al 12 dicembre 2021, presso la Sala Cavallerizza

Data pubblicazione: 17/11/2021