Chiesa di Santa Maria dei Miracoli

Costruita nel 1545 nel luogo in cui esisteva, dipinta sul muro, un’immagine della Vergine ritenuta miracolosa. Sebbene l’edificio aderisca al rinnovato paradigma stilistico rinascimentale, è ancora improntata alla tradizione locale delle chiese trecentesche di derivazione normanna.

Ha impianto planimetrico a croce greca iscritta in un quadrato; l’interno prende grande slancio verticale, rivelando una completa struttura spaziale, basata sull’impostazione degli archi centrici sopra leggere colonne ed alti sovrassesti. Straordinario è l’effetto del tiburio quadrato, ancora più elevato, da cui penetra la luce radente.

Allo spazio fortemente centrico delle navate, fa riscontro l’abside poligonale coperta da vele lunettate. Di notevole interesse sono i particolari scultorei, capitelli e basi delle colonne, eseguite nelle botteghe dei Gagini. Sul fronte principale due semicolonne con una lineare trabeazione introducono il portale architravato.

Sul fianco settentrionale esiste un loggiato ad archi centrici, coevo alla chiesa o di poco precedente, che venne chiuso ed utilizzato come chiesa sotto il titolo di S. Apollonia.

Accessibile non vedenti Accessibile non vedenti
Piazza Marina 90133 - Palermo (PA)

Orari:

Domenica in occasione della funzione religiosa alle ore 11.00.

Ente gestore:

Arcidiocesi di Palermo, Corso Vittorio Emanuele, 461 90134 - Palermo ()