Chiaramonte - Lusso, prestigio, politica e guerra nella Sicilia del Trecento - Un restauro verso il futuro

Chiaramonte - Lusso, prestigio, politica e guerra nella Sicilia del Trecento - Un restauro verso il futuro
dal 25 Ottobre 2019 al 06 Gennaio 2020

L’Università degli Studi di Palermo ospita la mostra dal titolo “Chiaromonte: Lusso, prestigio, politica e guerra nella Sicilia del Trecento - Un restauro verso il futuro”, allestita in tre spazi espositivi di architettura chiaramontana all’interno del Complesso Monumentale dello Steri (piazza Marina, 61), la chiesa di Sant’Antonio Abate, la Sala delle Armi e la Sala dei Baroni.

La scelta di ospitare la mostra nel complesso monumentale dello Steri non è casuale, poiché è stata dimora sontuosa e prestigiosa di una delle più importanti famiglie che regnarono nella Sicilia del XIV secolo, i Chiaramonte.

Il percorso espositivo si inaugura venerdì 25 ottobre alle 19.00 ed è visitabile, ad ingresso liberotutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00fino al 6 gennaio 2020.

La mostra, a cura di Maria Concetta Di Natale, Marco Rosario Nobile e Giovanni Travagliato, racconta - attraverso una serie di opere originali, riproduzioni e filmati - l’ascesa al potere di una signoria che con le sue strategie politiche e le committenze architettoniche e artistiche caratterizza il Trecento siciliano.

L’iniziativa è organizzata dall’Università degli Studi di Palermo, in collaborazione con l’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana, con il supporto del Sistema Museale d’Ateneo, diretto da Paolo Inglese, e dell’Area Tecnica di UniPa, diretta da Antonio Sorce, che ha anche curato l’allestimento insieme al Soprintendente ai BB.CC.AA. di Palermo Lina Bellanca e a Marco Rosario Nobile.

Tra le tante opere esposte di notevole valore è possibile ammirare il Crocifisso gotico-doloroso, oggi ospitato in Cattedrale, donato nel 1311 da Manfredi I Chiaramonte alla Chiesa di San Nicolò alla Kalsa, non più esistente, e la piccola icona con la Madonna Haghiosorìtissa portata, come vuole la tradizione, nel 1309 a Palermo dal Beato Atanasio Chiaramonte, fratello di Federico I, patriarca di Alessandria d’Egitto ed inoltre, codici miniati, croci dipinte, suppellettili liturgiche, cofanetti in avorio etc. Uno spazio è dedicato alla documentazione dei restauri della Sala dei Baroni.

Locandina
Data pubblicazione: 28 Ottobre 2019