logo

Turismo - Palermo Welcome

Palermo
+25°C
header
rss facebook twitter google+
Condividi
Bizet e Séjourné
new

Il 5 agosto, al Baglio San Pietro di Marsala, alle ore 21:00 è di scena l'Orchestra Sinfonica siciliana, diretta dal maestro Ottavio Marino, con Mauro Marino alla marimba. Ecco il programma del concerto marsalese: L'Arlésienne (L'Arlesiana), per orchestra Suite n. 1 Durata: 18' Suite n. 2 (Ernest Guirard) Durata: 19' Emmanuel Séjourné (Limoges, 1961) Concerto per Marimba e orchestra d'archi Durata: 18' Georges Bizet (Parigi 1838 - Bougival 1875) Sinfonia in do maggiore Durata: 36' La prima rappresentazione de L'Arlésienne di Bizet al Théâtre de Vaudeville di Parigi il primo ottobre 1872 si rivelò un insuccesso e l'opera, dopo ventuno repliche a sala praticamente vuota, finì per essere ignorata. Nemmeno i critici furono particolarmente favorevoli e uno di loro, Gustav Bertrand, dalle colonne dell'autorevole giornale «Ménestrel» stroncò l'opera con eccessiva durezza. L'unica voce fuori dal coro fu quella del compositore e critico musicale Ernest Reyer che scrisse: "Andate ad ascoltare L'Arlésienne, giovani musicisti che sinora avete dato molto da sperare ai vostri professori, e forse vi sentirete incoraggiati e diventerete più assidui nei vostri studi quando avrete visto a che grado di valentia sia giunto uno che, soltanto pochi anni fa, sedeva come voi sui banchi di scuola". Bizet, convinto della qualità della composizione, realizzò poco dopo una suite sinfonica che venne eseguita il 10 novembre dell'anno seguente a Parigi, mentre la seconda suite fu realizzata da Ernest Guiraud quattro anni dopo la morte del compositore. Il Concerto per marimba e orchestra d'archi è uno dei lavori più importanti e famosi del compositore e percussionista contemporaneo Emmanuel Séjourné, formatosi al Conservatorio di Strasburgo che si è affermato in campo internazionale come uno dei maggiori compositori per marimba e vibrafono, strumenti ai quali ha apportato dei miglioramenti tecnici ampliandone le potenzialità espressive. Questo Concerto è diventato ormai un classico del repertorio per marimba. La Sinfonia in do maggiore, composta dal diciassettenne Bizet in poco più di un mese tra la fine di ottobre e la fine di novembre del 1855, fu conosciuta ed apprezzata dal pubblico soltanto ottant'anni dopo la sua composizione quando il direttore Felix Weingartner, sollecitato da D. C. Parker, biografo inglese di Bizet, decise di strapparla al lungo oblio eseguendola a Basilea il 26 febbraio 1935, decretandone, così, il trionfo; da quel momento, infatti, l'opera entrò a far parte stabilmente del repertorio sinfonico. Ma quale fu la causa di tanto oblio? Probabilmente le sue affinità con la Sinfonia in re maggiore di Gounod eseguita, per la prima volta, nei primi mesi del 1855 e trascritta da Bizet per pianoforte a quattro mani, indussero quest'ultimo a non considerarla tanto da non fare mai riferimento ad essa nelle sue lettere. Biglietti al Botteghino del Politeama e un'ora e mezzo prima del concerto al Baglio San Pietro: E. 6.00 Info: 091 6072532/533 - biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it.

Accade a Palermo
Dal Al
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa della città
itinerario
Itinerari Tematici
itinerari
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Centro Informazione Turistica
Centro Informazione Turistica
Fotogallery
fotogallery
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Webmaster Credits Privacy Accessibilità Note Legali