logo

Turismo - Palermo Welcome

Palermo
+25°C
header
rss facebook twitter google+
Condividi
'Antiche Farmacie Palermitane'
new

Antiche Farmacie Palermitane Profili e documenti delle spezierie cittadine dal XVI al XXI secolo di Andrea Ferruggia Qanat, 2015 Un nuovo libro delle edizioni Qanat che aggiunge qualcosa alla nostra conoscenza della città e apre nuovi stimoli alla ricerca e interessi diversi anche ai cultori della storia urbana. Ancora un libro su Palermo, dunque, ma questa volta si tratta di un argomento inusitato e mai affrontato dagli studiosi, almeno in maniera così organica per ciò che riguarda la storia delle farmacie della nostra città, le quali, nate dalle antiche apoteche degli aromatari e dalle pubbliche spezierie, si trovano oggi trasformate e dislocate in luoghi spesso diversi da quelli originari e distribuite secondo criteri regolati da leggi e convenzioni non più legate ai bisogni dei quartieri del centro storico ma all'attuale caos urbano provocato dalla crescita non controllata e dall'espansione irrazionale che la città ha subito negli ultimi 50 anni. Ripercorrere dunque la trama degli antichi e nuovi quartieri partendo dalle farmacie può significare, non soltanto metaforicamente, il tentativo di riconosce i mali della città e cercarne la cura da parte dei cittadini che sanno distinguere dai vari "placebo" la vera medicina la quale, nel nostro caso, consiste certamente nell'educazione alla legalità e alla giustizia sociale e la riacquisizione di quel senso critico che è alla radice della cultura come capacità di intervento e di scelta. Ritornare alla memoria dei quartieri e alla ricostruzione ideale della città murata attraverso la storia delle sue farmacie ripercorrendone l'itinerario che le ha trasferite nel loro attuale sito, significa perciò ricostruire non solo la storia della trasformazione urbana ma anche quella delle trasformazioni sociali e culturali che i suoi cittadini hanno vissuto o accettato e avere più consapevolezza dell'attuale condizione della nostra società che ha subito una acritica accettazione del concetto di globalizzazione, messo in pratica e utilizzato in un modo unidirezionale e indiscriminato da parte dei detentori del potere e degli operatori economici per i quali, in ottemperanza alla priorità dei business, anche le farmacie sono state costrette a trasformarsi paradossalmente in supermercati di medicine, profumi, bigiotterie e spesso inutili prodotti parafarmaceutici. Il merito di questo nuovo libro si lega inoltre al fatto che esso è stato pensato secondo un criterio di rilevamento cronologico che consente di collocare nel tempo leggi e istituzioni riguardanti la ricerca medica e quella farmaceutica in relazione al loro uso politico e sociale e in funzione del miglioramento della salute pubblica. L'interessante premessa generale che si riferisce infatti alla storia della farmacia presso gli antichi, a cominciare dal primo capitolo si continua poi con particolare approfondimento quando la prospettiva si concentra sulle farmacie della nostra città che, in quanto capitale di uno dei più antichi regni d'Europa, può vantare una storia legislativa relativa alle istituzioni mediche ufficiali. Dalla Prefazione di Piero Longo

Accade a Palermo
Dal Al
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa della città
itinerario
Itinerari Tematici
itinerari
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Centro Informazione Turistica
Centro Informazione Turistica
Fotogallery
fotogallery
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Webmaster Credits Privacy Accessibilità Note Legali