logo

Turismo - Palermo Welcome

Palermo
+25°C
header
rss facebook twitter google+
Condividi
Sgambati e Schubert nel concerto in programma al Politeama Garibaldi
new

Il raro ma significativo Concerto per pianoforte e orchestra (solista al pianoforte Roberto Giordano) di Sgambati, compositore romano conosciuto soprattutto per la sua notevole produzione per questo strumento, e la notissima Sinfonia n. 4 in do minore "La Tragica" di Schubert verranno eseguiti dall'Orchestra Sinfonica Siciliana, diretta da Francesco Di Mauro, nel concerto in programma al Politeama Garibaldi venerdì 12 febbraio alle ore 21 e sabato 13 febbraio alle ore 17,30. Di grande interesse è il Concerto per pianoforte e orchestra, composto da Giovanni Sgambati tra il 1878 e il 1880, nel quale vanno ravvisati alcuni elementi di novità sia nell'imponente struttura formale sia nella scrittura virtuosistica che riguarda la parte del solista nella quale emergono le influenze di quel virtuosismo trascendentale di Liszt. Il Concerto per pianoforte di Sgambati, pur composto in un periodo in cui in Europa ne fioriva la grande stagione con illustri esempi quali i coevi lavori di Brahms, Grieg, Saint-Saëns e Čajkovskij, si ritaglia all'interno di essa uno spazio del tutto originale, anticipando la matura produzione di Rachmaninov. Completata il 27 aprile del 1816, la Sinfonia n. 4 in do minore, soprannominata a posteriori dallo stesso Schubert La Tragica, alla stregua di molte altre sue opere non ebbe un successo immediato; essa fu eseguita, per la prima volta, soltanto il 19 novembre 1849 a Lipsia sotto la direzione di August Ferdinand Riccius quando già erano trascorsi 21 anni dalla morte del compositore. Composta alla giovanissima età di appena diciannove anni, la Sinfonia rivela l'influenza che Beethoven ebbe su Schubert, rappresentata dalla scelta della tonalità in do minore, la stessa della Quinta del compositore di Bonn, idonea a creare in modo efficace l'atmosfera tragica indicata dal titolo. biglietteria@orchestrasinfonicasiciliana.it Note biografiche Francesco Di Mauro, direttore Diplomatosi in Violino e Viola conseguiti con il massimo dei voti, rispettivamente presso il Conservatorio "A. Corelli" di Messina e il Conservatorio di Parigi, si è perfezionato in Viola con Libor Novacek e Gérard Caussé ed ha completato la sua formazione conseguendo i diplomi in Composizione ed Analisi sotto la guida di Robert Rudolf e Philippe Capdenat. Ha conseguito il Diploma ed il primo premio con medaglia d'oro in Direzione d'Orchestra presso il Conservatorio di Parigi, sotto la guida di celebri maestri come Sergiu Celibidache e Henri-Claude Fantapié. Nel 1999 ottiene la sua prima nomina come Direttore Stabile dell'Orchestra Sinfonica Statale di Pazardjik della Bulgaria, con la quale realizza una serie di importanti tournée e nell'autunno del 2000 è nominato Primo Direttore Ospite Principale del Teatro Bergeries di Parigi. Dirige regolarmente importanti orchestre operistiche, sinfoniche e da camera in Italia, Francia, Svizzera, Spagna, Croazia, Portogallo, Australia, Russia, Bulgaria, Argentina, Brasile, Stati Uniti, etc... La sua carriera internazionale si sta sviluppando con impegni presso prestigiose istituzioni musicali come l'Opera Hall di Toronto, il Teatro Nazionale dell'Opera di Zagabria, il Teatro dell'Opera Nazionale da Camera di Varsavia, il Teatro dell'Opera di Danzica, l'Orchestra Filarmonica di Cracovia, l'Orchestra Filarmonica di San Pietroburgo, l'Orchestra della Radio Televisione di Sofia, l'Orchestra Filarmonica di Kiev, l'Orchestra Filarmonica Toscanini di Parma, l'Orchestra di Denver, l'Orchestra Sinfonica i Città del Messico, l'Orchestra Sinfonica di Brasilia, etc. Intensa anche l'attività discografica con la prossima uscita di due CD a cui si aggiungeranno due incisioni con l'Orchestra Filarmonica della Radio Televisione Bulgara e la Filarmonica di Kiev. Nel 2001 è stato nominato Coordinatore alla Direzione Artistica dell'Orchestra Sinfonica Siciliana e nel 2005 è stato Direttore Artistico della Stessa Fondazione. Roberto Giordano, pianoforte Nato nel 1981, Roberto Giordano si diploma nel 1999 all'Ecole Normale de Musique «A. Cortot» di Parigi con l'unanimità e le felicitazioni della giuria e al Conservatorio «G.Rossini» di Pesaro con il massimo dei voti, la lode e la menzione d'onore. In seguito è allievo di Leonid Margarius e Piero Rattalino all'Accademia Pianistica di Imola, dove consegue il diploma con il titolo onorifico di MASTER, venendo apprezzato anche da Vladimir Ashkenazy. Nel 2003, il suo premio al "Concours Musical International Reine Elisabeth de Belgique" a Bruxelles, lo rivela all'attenzione della critica internazionale e delle maggiori istituzioni concertistiche del mondo. "Pianista eccellente, di grande classe ed eleganza", "Virtuoso senza pari", "Musicista raffinato e sensuale", "Poeta del pianoforte", sono alcune delle espressioni con le quali Roberto Giordano è unanimemente descritto dalla critica. Tra le sale e gli enti concertistici che lo hanno ospitato si ricordano solo tra i più importanti: Teatro alla Scala di Milano, Palais Des Beaux Arts di Bruxelles, Teatro dell'Hermitage di S.Pietroburgo, Konzerthaus di Berlino, Mozarteum di Salisburgo, Great National Theater e Forbidden City Concerthall di Pechino, Teatro dal Verme e Teatro Manzoni di Milano, Minato Mirai Hall di Yokohama, Seoul Arts Center in Corea del Sud, Theater an der Wien di Vienna, Palau de la Musica di Barcelona, Filarmonica Romana, Istanbul Music Festival, Festival MiTo, Ravello Festival, Asia Performing Arts Festival in Corea del Sud, Settimane Musicali di Stresa, Pomeriggi Musicali di Milano, Brooklyn Friends of Chamber Music di New York e molti altri. Nel 2010 è stato invitato a tenere un recital all'EXPO di Shanghai in Cina. E' stato solista anche con importanti orchestre quali l'Orchestre National de Belgique, Orchestre Philarmonique de Liège, Camerata di San Pietroburgo, Orchestre National de Lille, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, Filarmonica Marchigiana, Orchestra di Padova e Veneto, Gwangjiu Symphony Orchestra (Corea), Orchestra Sinfonica di Xi'An (Cina), Orchestra del Teatro "Carlo Felice" di Genova, collaborando con direttori d'orchestra quali Vasily Petrenko, Rumon Gamba, Paul Mann, Gilbert Varga, Pavel Kogan, Anton Nanut, Hansjöerg Schellenberger ,Marco Guidarini e Alvise Casellati. Ha suonato regolarmente con il basso-baritono Josè Van Dam, mentre alle collaborazioni con Leo Nucci e Feng Ning, si è aggiunto di recente il duo con il violinista Lorenzo Gatto. Gérard Corbiau, regista del film "Farinelli" ha realizzato nel 2004 uno speciale-biografia su Roberto Giordano, dal titolo "Roberto Giordano d'un monde à l'autre". Il film è stato trasmesso dalle maggiori emittenti culturali d'Europa, Russia, Australia e Canada. Numerosi sono i CD e DVD già al suo attivo. La discografia comprende già dieci CD, pubblicati dalle etichette Cyprès e La Bottega Discantica. Il disco sui clavicembalisti italiani, è stato inserito da Alitalia nella propria programmazione di bordo, mentre i due ultimi CDs (Bach: Invenzioni, Sinfonie e Duetti; Clavicembalisti italiani volume II) hanno ricevuto cinque stelle dalla rivista MUSICA. La sua videografia comprende, oltre a numerosi video per emittenti internazionali, due lavori di rilievo: un DVD per la collana Pianissimo Collection e, recentemente, un DVD su Chopin, entrambi trasmessi da Sky Classica. Le sue esecuzioni sono registrate e trasmesse regolarmente da RTBF e VRT, Radio belga, RAI, Radiouno, Radiotre, Radio 24, MEDIASET, ABC (Australia), FRANCE 3, ChinaTV (Cina), Radio Vaticana, Bel-RTL e Radio del Lussemburgo. Dopo la nomina di artista di chiara fama da parte del Governo belga, Roberto Giordano affianca alla carriera concertistica anche la docenza di pianoforte principale presso l'Institut Supérieur de Musique et Pédagogie di Namur e al Conservatorio "F.Cilea" di Reggio Calabria. Nel 2015 riceve l'incarico di docente presso la prestigiosa Accademia Pianistica "Incontri col Maestro" di Imola. In Calabria, terra di cui è originario, ha ideato e realizzato il Cantiere Musicale Internazionale, istituto di formazione musicale di ispirazione innovativa e completa. Dal 2015 è designato Yamaha Artist dalla Yamaha Music Europe. Roberto Giordano è laureato in Lettere Moderne presso l'Università degli Studi di Bologna. www.robertogiordano.org

Accade a Palermo
Dal Al
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa della città
itinerario
Itinerari Tematici
itinerari
Cerca il tuo soggiorno
Tipo
Stelle
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Centro Informazione Turistica
Centro Informazione Turistica
Fotogallery
fotogallery
Mappa del turismo accessibile
Mappa del turismo accessibile
Webmaster Credits Privacy Accessibilità Note Legali