Chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi

Chiesa di Santa Ninfa dei Crociferi

Rappresenta il primo edificio costruito lungo la via Maqueda; l’inizio della costruzione risale infatti al 1601, anno della realizzazione della strada. Le vicende costruttive della chiesa e dell’adiacente Casa Professa dell’Ordine dei Chierici Regolari ministri degli infermi, detti Padri Crociferi, furono lente e dovettero interrompersi bruscamente nel secolo seguente. La chiesa fu aperta al pubblico nel 1660. La facciata è in pietra d’Aspra e fu progettata dall’architetto Ferdinando Lombardo, che si avvalse dell’aiuto del giovane Giuseppe Venanzio Marvuglia: è scandita da lisce membrature entro le quali s’inquadrano alcuni ottimi rilievi in stucco.

L’interno è ad unica navata; ha profonde cappelle laterali, collegate da una galleria. Due cappelloni uguali formano i bracci della croce, oltre i quali si sviluppa la tribuna rettangolare. Una cupola era prevista all’incrocio dei due bracci; al suo posto venne realizzata nel XIX secolo una prospettiva fittizia. Di particolare valore, sono le tre opere realizzate da Guglielmo Borremans, conservate in una delle cappelle laterali, del 1734: “Transito di S. Giuseppe”; “S. Giuseppe e Gesù” e la “Sacra Famiglia”.

La tribuna fu costruita tra il 1624 ed il 1649; la decorazione a fresco della volta col “Trionfo della Croce”, i due medaglioni con S. Pietro e S. Andrea ed i quattro Dottori della Chiesa sono opera di Gioacchino Martorana. Dopo l’andito d’ingresso al convento è la cappella del Crocifisso che accoglie, ai piedi della Croce un pregevole gruppo scultoreo di Giacomo Serpotta: l’Addolorata, la Maddalena e S. Giovanni, a figura intera, rappresentati in atteggiamenti intensamente dolorosi e con ricchezza di movenze e di effetti plastici. La Casa Professa adiacente fu costruita nella prima metà del ‘600 e, lungo i secoli ha avuto una storia tormentata.

Nel 1866 è passata al pubblico Demanio che l’ha adibita a sede di uffici pubblici. Attualmente è in parte occupata dalla Scuola Superiore di Economia e Finanza “E. Vanoni” ed in parte adibita a canonica.

Non accessibile non vedenti Non accessibile non vedenti
Non Accessibile diversamente abili Non Accessibile diversamente abili
Via Maqueda, 220 90134 - Palermo (PA) Tel: 091334838

Orari:

Dal lunedì al sabato: orario invernale 10.30 - 17.30 - orario estivo 10.30 - 18.30.

Modalità di ingresso e prezzi:

Ingresso euro 2,00 a persona, sconto per gruppi superiori a 5 unità.

Ente gestore:

Associazione Culturale "Progetto Zyz", Via Palmerino, 42 90129 - Palermo ()