Catacombe Cappuccini

Situate nei sotterranei del convento dei Padri Cappuccini dal 1599, anno della loro realizzazione; le gallerie che la compongono formano un ampio cimitero di forma rettangolare. Dal 1601, dato il gran numero di cadaveri che vi giungevano e soprattutto per le molte richieste di nobili che chiedevano ed ottenevano di essere sepolti in quel luogo, spinsero i frati ad ingrandire la sepoltura.

Vi sono custodite circa 8000 salme imbalsamate, suddivise per sesso, categoria sociale e professione: il primo ad essere stato inumato all'interno delle catacombe fu frate Silvestro da Gubbio il 16 ottobre del 1599; la più recente risale al 1920 ed è quella di Rosalia Lombardo, una bambina di due anni, posta all’interno di una bara di cristallo, divenuta simbolo delle Catacombe.

Quello che più colpisce il visitatore è il metodo utilizzato dai frati per la conservazione dei cadaveri: essi venivano introdotti in una stanza, distesi sopra una grata fatta di tubi di terracotta e chiuse ermeticamente le porte, vi restavano per un periodo di circa otto mesi - un anno, in seguito, venivano trasportati in un luogo ventilato coperto con tettoia, dove, venivano lavati e ripuliti con acqua ed aceto, quindi rivestiti e collocati nella casse di legno o nelle nicchie lungo i corridoi; rimanevano li solo se i parenti andavano a trovarli e portavano loro la cera per tre anni consecutivi altrimenti venivano rimossi. 

Immagine Non accessibile non vedenti Non accessibile non vedenti
Immagine Non Accessibile diversamente abili Non Accessibile diversamente abili
Via Cappuccini,1 90129 - Palermo (PA)

Cellulare:

3294150462

Orari:

Dal 1 ottobre al 31 marzo: dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30 e dalle ore 15.00 alle ore 17.30. Domenica dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

Dal 1 aprile al 30 settembre: tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00.

Modalità di ingresso e prezzi:

Ingresso euro 3.