Cuba

Principale

Il termine “cuba” viene dall’arabo “Qubba”, ovvero “cupola”, e fu costruita nel 1180 per il Re Guglielmo II, al centro di un ampio parco che si chiamava “Genoardo” (dall’arabo “Jannatt al-ard”, ovvero “paradiso in Terra”).

L’uso originale della struttura era quello di padiglione di delizie, ossia di un luogo in cui il re e la sua corte potevano trascorrere ore piacevoli al fresco. La sua forma è rettangolare con, al centro di ogni lato, quattro corpi a forma di torre. Il corpo più sporgente costituiva l'unico accesso al palazzo dalla terraferma. I muri esterni sono ornati con arcate ogivali. Nella parte inferiore si aprono alcune finestre separate da pilastrini in muratura. I muri spessi e le poche finestre erano dovuti ad esigenze climatiche, offrendo maggiore resistenza al calore del sole.

L’interno era diviso in tre ambienti allineati e comunicanti tra loro, ed al centro si possono ammirare i resti di una splendida fontana in marmo, tipico elemento delle costruzioni arabe necessario per rinfrescare l’aria.

La sala centrale era abbellita da muqarnas, soluzione architettonica ed ornamentale simile ad una mezza cupola, tipico dello stile arabo. Proprio alla Cuba, Boccaccio ambientò una delle novelle del suo Decameron, la sesta della quinta giornata, che racconta la vicenda d’amore tra Gian di Procida e Restituta, una ragazza bellissima rapita per offrirla in dono al re Federico II d’Aragona.

Accessibile non vedenti Accessibile non vedenti
Accessibile diversamente abili Accessibile diversamente abili
Corso Calatafimi,100 90129 - Palermo (PA) Tel: 091590299

Orari:

Dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 19.00.

Ogni prima domenica del mese dalle ore 9.00 alle ore 13.30.

Modalità di ingresso e prezzi:

Biglietto euro 2; ridotto (18-25 anni) euro 1; under 18 gratuito.

Ingresso libero per gli appartenenti alle facoltà di lettere e filosofia, storia dell’arte e architettura muniti di tesserino di riconoscimento.

Il biglietto permette la visita della Necropoli Punica.

La prima domenica del mese l'ingresso è gratuito.

Ente gestore:

Regione Siciliana, Via Ausonia, 122 90146 - Palermo ()