Museo Diocesano

Museo Diocesano

Situato all’interno del Palazzo Arcivescovile, il quale fu realizzato nella metà del XV secolo per volere dell’Arcivescovo Simone Beccadelli, in sostituzione del più antico edificio che stava alle spalle della Cattedrale. Della costruzione quattrocentesca, addossata al torrione medievale, si ammirano ancora oggi l’elegante trifora gotico-fiammeggiante e il portale gotico-catalano di ascendenza napoletana.

Tra il cinquecento e il seicento il palazzo venne ampliato in modo consistente con la realizzazione del primo ampio cortile e dei balconi sul piano della Cattedrale che sostituirono l’antico loggiato. Nei secoli successivi l’edificio subì ulteriori importanti trasformazioni soprattutto negli interni che divennero tra i più fastosi di Palermo anche per il ruolo politico che spesso assumeva l’Arcivescovo della città come temporaneo Presidente del Regno.

Rimangono oggi parti del ciclo di affreschi, realizzati tra il 1733 e il 1734 da Guglielmo Borremans e le pitture del romano Gaspare Fumagalli che coprirono le volte e le pareti del palazzo con splendide finte prospettive. Nel 1972, per volere dell’Arcivescovo Salvatore Pappalardo i saloni di rappresentanza del palazzo sono stati destinati a sede del Museo Diocesano.

Il museo si sviluppa attraverso 15 sale in attesa che siano completati i restauri del Piano Nobile del palazzo. La collezione si propone di offrire ai visitatori uno sguardo su oltre otto secoli di storia della Chiesa palermitana. Sono state selezionate circa 200 tra pitture, sculture e opere d’arte decorativa che vanno dal XII al XIX secolo, provenienti per lo più da chiese palermitane distrutte, non più officiate o non in buone condizioni di sicurezza.

Tra le opere esposte, si ricordano: il mosaico con la Madonna orante, il Ruolo dei confrati defunti di Antonio Veneziano, Madonna della Spersa, l’Incoronazione di Santa Rosalia di Vito D’Anna, trifora gotico-flamboyant di derivazione catalana, testimone della origini tardoquattrocentesche del palazzo Arcivescovile, il Giovane cavaliere giacente attribuito a Francesco Laurana, il paliotto con la Presentazione di Santa Rosalia alla Vergine, ricamato in seta e coralli etc.

Accessibile non vedenti Accessibile non vedenti
Accessibile diversamente abili Accessibile diversamente abili
Montascale per diversamente abili Montascale per diversamente abili
Bagno diversamente abili Bagno diversamente abili
Posteggio diversamente abili Posteggio diversamente abili
Via Matteo Bonello, 2 90134 - Palermo (PA) Tel: 0916077303 - 0916077215

Orari:

Da Martedì a domenica e festivi ore 9.30-13.30.
Lunedì chiuso (anche se festivo).
L’ultimo accesso è consentito mezz’ora prima della chiusura.

Modalità di ingresso e prezzi:

Biglietteria
Intero € 4,50
Scontato € 3,00
Ridotto € 2,00
Cumulativo Cattedrale + Museo € 5,00

Ingresso scontato
Riservato a: Ragazzi da 6 a 17 anni, ultrasessantenni, soci FAI, soci Touring Club Italiano, soci FMR Symposium, Fondazione Salvare Palermo, ANISA (ed eventuali altri gruppi convenzionati), gruppi minimo 4 persone.
Possessori di un biglietto del Circuito d'Arte Sacra: chiesa di Santa Maria della Catena, oratorio di San Lorenzo, oratorio del Rosario in S. Domenico e oratorio del Rosario in S. Cita, chiesa di S. Cataldo, Cattedrale, chiostro della chiesa della Magione, oratorio di S. Mercurio, chiesa della Martorana, chiesa del SS. Salvatore e palazzo Alliata di Villafranca, sempre di Palermo; Museo Diocesano di Monreale.

Ingresso ridotto
Riservato a: Scolaresche, gruppi minimo 15 persone.

Ingresso gratuito
Riservato a: Bambini di età inferiore a 6 anni, sacerdoti e religiosi/e, diaconi, seminaristi,
giornalisti, soci ICOM, docenti e studenti delle Facoltà di Teologia, Lettere e Filosofia, Scienze della Formazione, Beni Culturali, Architettura, Accademia di Belle Arti, specializzandi in Storia dell’Arte, dottorandi di ricerca in materie storico-artistiche. Una guida per gruppo, due insegnanti accompagnatori per classe, un accompagnatore di visitatore disabile che ne presenti la necessità.

Nota bene
Con il biglietto del Museo è possibile usufruire del biglietto scontato nel Circuito d'Arte Sacra: chiesa di Santa Maria della Catena, oratorio di San Lorenzo, oratorio del Rosario in S. Domenico e oratorio del Rosario in S. Cita, chiesa di S. Cataldo, Cattedrale, chiostro della chiesa della Magione, oratorio di S. Mercurio, chiesa della Martorana e palazzo Alliata di Villafranca, sempre di Palermo; Museo Diocesano di Monreale.

Servizi:

All'interno delle sale del museo non è consentito alcun tipo di ripresa fotografica o filmati.

Per: 
- la consultazione dell'inventario
- la consultazione dell'archivio fotografico
- la richiesta di riproduzioni fotografiche
- la richiesta di autorizzazione per riprese fotografiche e filmate
- la richiesta di autorizzazione alla riproduzione delle immagini su qualsiasi supporto e per  qualsiasi utilizzo inviare una specifica istanza, con l'indicazione delle generalità del richiedente, delle opere oggetto della richiesta e del motivo della medesima al seguente indirizzo:

Museo Diocesano di Palermo
via Matteo Bonello, 2
90134 Palermo

oppure inviare un fax al numero +39.0916113642
o una mail a segreteriamuseo@diocesipa.it

Note:

Per i lavori di ristrutturazione e riallestimento sono temporaneamente chiuse le sale dalla IX alla XIII. Rimangono visitabili 13 sale (sale II-III, IV, (V-VI in riallestimento) e le 10 del piano nobile del Palazzo Arcivescovile).

N.B. Per decisione del Direttore l'apertura del Sabato sarà dalle 9,30 alle 13,30 fino a data da destinarsi.

Ente gestore:

Arcidiocesi di Palermo, Corso Vittorio Emanuele, 461 90134 - Palermo ()