Giardino Inglese

Sistemato tra il 1850 e il 1853 da Giovan Battista Filippo Basile, il quale seguì uno schema molto in voga nella seconda metà dell'Ottocento, ovvero non creare uno spazio misurato e geometrico (il cosiddetto "giardino all'italiana") ma seguendo le forme e la morfologia naturale del terreno dandogli un'aria più naturale creando appunto un "giardino all'inglese" (da qui il nome Giardino Inglese).

Per rendere l'atmosfera ancora più suggestiva furono inserite piante provenienti da tutto il mondo per rendere l'ambiente più esotico sempre secondo i dettami della moda in quel periodo. Viali liberi e percorsi sinuosi si snodano tra sette collinette ed anfratti, in parte esistenti ed in parte appositamente realizzati, zone coltivate a boschetto, giardini e siepi dai contorni curvilinei.

All’interno della villa sono sistemati busti in marmo, sculture in bronzo ed il monumento ai caduti, opere dei migliori scultori siciliani dell’ultimo ‘800 e dei primi anni del XX secolo. Tra questi il gruppo dei “Fratelli”, nel laghetto centrale, opera di Mario Rutelli. Nell’area centrale è il Castello saraceno, padiglione neo-moresco dove è sistemato il gruppo dei Fratelli Canaris, opera di Benedetto Civiletti del 1876.

Accessibile non vedenti Accessibile non vedenti
Viale della Libertà, 63 90143 - Palermo (PA) Tel: 0917406790

Orari:

Tutti i giorni 9.00 - 20.00. 

N.b. in caso di condizioni climatiche avverse, il giardino rimarrà chiuso al pubblico.

Modalità di ingresso e prezzi:

Ingresso libero.

Servizi:

All'interno del Giardino servizio "spazio gioco" (bambini da 0 a 3 anni) e "spazio bimbi piccoli" (fino a 5 anni) della "Ludoteca del Giardino", dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19, sabato dalle 9.30 alle 12.30.

Info 091.6268360 / 335.1079380 - www.laludotecadelgiardino.it

Visite guidate:

Visite guidate su prenotazione. Per info tel. 091.8431605.

Ente gestore:

Distretto Culturale di Palermo, Via sant'Anna, 21 90133 - Palermo ()