Villa Garibaldi

Villa Garibaldi

Realizzata su progetto di Giovan Battista Filippo Basile nel 1863, al centro della piazza Marina, fu intitolata all'eroe nazionale Giuseppe Garibaldi proprio per celebrare la recentissima nascita della nazione Italiana.

Il giardino ha un perimetro quadrangolare, con le entrate in corrispondenza delle strade principali ed è recintata da una cancellata in ghisa, realizzata dalla Fonderia Oretea su disegno dello stesso Basile, il quale si ispirò ad un bosco artificiale che era stato approntato nel 1538, nella piazza, per lo svolgimento di una caccia. Tra le tante piante esotiche che si trovano all'interno il ficus Magnoloides è sicuramente l'attrazione principale essendo considerato uno dei più vecchi e grandi d'Italia, con un'altezza di 30 metri, una circonferenza del tronco che supera i 21 metri ed una chioma con diametro di 50 metri.

Appartiene alla specie dei Ficus macrophylla, come un esemplare presente nell'orto botanico di Palermo, di cui costituisce il simbolo. Nella villa troviamo busti scultorei tra i quali appunto quello di Giuseppe Garibaldi, Rosolino Pilo, Giovanni Corrao, Raffaele De Benedetto, Luigi Tukory e Nicola Bălcescu.

Nei primi del secolo furono realizzate una cisterna e una torretta di servizio mentre agli anni Venti risale il padiglione forse adibito a caffè; nel 1930 fu poi realizzato il padiglione di ristoro dai repertori decorativi modernisti. Tra le aiuole irregolari, dalle forme oblunghe e ovali e dai bordi curvilinei, è presente invece un'ampia vasca circolare, una sorta di lago artificiale, in una posizione leggermente eccentrica rispetto all'incrocio delle diagonali.

Piazza Marina 90133 - Palermo (PA)

Orari:

Tutti i giorni dalle ore 7.30 alle 17.30 (orario invernale); dalle ore 7.30 alle 18.30 (orario estivo).

Modalità di ingresso e prezzi:

Ingresso gratuito.

Ente gestore:

Distretto Culturale di Palermo, Via sant'Anna, 21 90133 - Palermo ()